logo


Itinerari A - Mi portano e torno in bici

Per questi itinerari, vi veniamo a prendere nei pressi della vostra abitazione o dove vi è più comodo. Carichiamo le bici e le persone e le trasportiamo in tutta sicurezza fino al punto di partenza dell’itinerario scelto. Da qui potete inforcare la bici e con estrema libertà tornare verso Treviso con il vostro ritmo, godendovi i paesaggi e sostando nei luoghi che più vi ispirano.

A1 Camposampiero - Treviso PSQ

Tragitto: Camposampiero – Treviso Porta S. Quaranta
Ciclabile: Treviso-Ostiglia
Km: 27,0
Dislivello: pianeggiante
Fondo: asfalto / ghiaino

Il punto di partenza dell'itinerario è l'area antistante i Santuari Antoniani (1) (www.santuariantoniani.org) di Camposampiero: Santuario del Noce e Santuario della Visione, entrambi legati alla vita del Santo. Da qui si imbocca immediatamente la ciclabile Treviso-Ostiglia in direzione Treviso. La ciclabile si sviluppa per la sua quasi totalità in sede protetta, ma è necessario fare particolare attenzione agli attraversamenti stradali.  In breve tempo la ciclabile oltrepassa il Muson dei Sassi incrociando l'omonima ciclabile. Durante tutto il percorso si incontrano alcune delle antiche stazioni della ferrovia che ha cessato esercizio negli anni 60. In località Levada di Piombino Dese la pista ciclabile costeggia la bella villa settecentesca Ca' Marcello (2) (www.camarcello.it).  Subito dopo levada il tracciato entra nel territorio di Badoere: per i ciclisti che non temono di allungare il tragitto, con una breve deviazione si può andare a visitare la famosa Rotonda (3). Qualche chilometro più avanti il percorso sfiora l'Oasi Cervara (4) (www.oasicervara.it) una rigogliosa area naturalistica lungo il fiume Sile dove è possibile osservare molte specie animali nel loro habitat. Proseguendo lungo la ciclabile, l'itinerario supera Quinto di Treviso e in breve si raggiunge il punto d'arrivo: l'ex-stazione ferroviaria Treviso Porta Santi Quaranta. 

Piazzola TV